04 settembre 2006

A GIACINTO FACCHETTI

"te me paret el Facchetti
te ve su e giò come lu
te se dester come lu
te ghe la riga come lu
te segnet come lu
...te paret el Facchetti...
ma ghe nera minga come lu
fort come lu
generus come lu
signur come lu
vuria ves come el FACCHETTI"
g. rusca

2 commenti:

Anonimo ha detto...

per un uomo d'altri tempi una poesia d'altri tempi

yuuji ha detto...

Io dico la condoglianza del presidente.