15 gennaio 2009

LA TATTICA CALCISTICA INDIVIDUALE

LA TATTICA CALCISTICA
La tattica può essere sia collettiva, sia individuale.
Tattica collettiva: è un’azione coordinata tra due o più giocatori, tesa ad ottenere uno scopo determinato in precedenza.Tattica individuale: sono tutti quegli accorgimenti e movimenti per mezzo dei quali la nostra prestazione risulta utile ed economica.
La tattica va eseguita con autonomia da ogni giocatore della partita. Ogni calciatore deve essere autore del disegno tattico. Ognuno è responsabile e quindi ha libertà decisionale in fatto di modi, tempi, spazi, scelta, esecuzione, tenendo pur conto dei movimenti degli altri.
Attenzione che senza la tecnica non si può fare tattica. Quindi i bambini o gli adulti dilettanti, devono essere istruiti sulla tecnica. Non si può insegnare un disegno tattico o studiare movimenti preordinati se non si è in grado di gestire il pallone.Il giocatore ideale è quello che possiede una tecnica precisa e rapidità d’esecuzione abbinata a ripetuta velocità di spostamento, inserita in azioni di gioco, con una rapida e variegata capacità di decisione tattica.Il tempo è la chiave per giocare a calcio. Tempo di marcamento o smarcamento, tempo di battuta, tempo di passaggio ecc…..Il lavoro dell’allenatore deve essere rivolto a migliorare i tempi di gioco, non sull’applicazione passiva da parte dei giocatori, di schemi preordinati e tempi fissi. Il calcio è uno sport di situazione, non si può prevedere cosa succederà durante la partita, quindi l’allenatore deve abituare i propri giocatori ad autonomia decisionale in un sistema chiaro a tutti.
Possiamo dividere la partita di calcio essenzialmente in due parti ben distinte:
Fase di possesso palla (la mia squadra ha la palla, indipendentemente dalla posizione del campo e dal giocatore)
Fase di non possesso palla (la squadra avversaria ha la palla, indipendentemente dalla posizione del campo e del giocatore)
Nella tattica individuale in fase di possesso palla il giocatore deve conoscere:
Lo smarcamento: in zona luce (zona dove sia possibile ricevere la palla); in diagonale
Difesa e protezione della palla: ad ogni ricezione devo mettere il corpo a protezione della palla; andare sempre in contro alla palla; andare sempre sul punto di caduta su palloni che arrivano dall’alto
Passaggio: la precisione determina il vantaggio rispetto alla conduzione della palla: è più veloce; supero più avversari in un colpo solo; determina meno consumo energetico
Guida della palla, finta e dribbling
Tiro in porta
Nella fase di non possesso palla, deve conoscere:
Presa di posizione: in diagonale rispetto alla palla; rientrare verso la porta
Marcamento: a uomo (la posizione è determinata dall’avversario); a zona (la posizione è determinata dalla palla)
Intercettamento e/o anticipo: contrasto diretto; contrasto indiretto (mettere in zona d’ombra l’avversario)
Difesa della porta: difendere il portiere nei suoi interventi; non girarsi in occasioni di possibili tiri degli avversari; copertura di parte della porta con il corpo; non ostacolare il proprio portiere

10 commenti:

Anonimo ha detto...

Salve Prof., con sorpresa ho scoperto il suo blog e ho letto con molto piacere le storie del Pierino's Bar. Già la ritenevo un ottimo insegnante, e le volevo fare quindi i complimenti per il libro che ha pubblicato.
Una sua studentessa'79

Giuliano ha detto...

ciao stundentessa79 spero tu mi faccia visita a scuola, così da rivederci dopo tanti anni e scambiarci qualche impressione sulla vita di entrambi. Ciao a presto

Anonimo ha detto...

Non so se si ricorda di me. Sono passati 15 anni da quando ho finito la terza media. Sono Costanza ero nella sezione C.

Giuliano ha detto...

la mitttica terza C e come potrei dimenticare una banda di orecchie di gomma del genere. Ciao vienimi a trovare mi farebbe molto piacere. Cosa fai di bello nella vita Costanza?

Anonimo ha detto...

Ora non abito più a Lainate,mi sono trasferita in Calabria. Mi sono diplomata con il massimo dei voti in ragioneria e lavoro già da dieci anni in uno studio commerciale.Ora praticamente lo gestiamo io e la mia collega da sole.E' molto impegnativo infatti non ho mai molto tempo libero per me. A maggio, lavoro permettendo , dovrei venire a lainate per la comunione di mia cugina, sa mia zia è la direttrice della scuola dove lei lavora. Sicuramente verrò a salutarla di nuovo complimenti per il libro che ha scritto anche se qui non sono riuscita a trovarlo. Saluti Costanza

Giuliano ha detto...

ti aspetto Costanza e una copia del mio libro è già tua. Sei nipote della Breviglieri? come è piccolo il mondo!

Anonimo ha detto...

Grazie per la copia.Forse mi sono espressa male sono la nipote del direttrice amministrativa, quindi della Sig.ra Chiodo. Saluti Costanza.

Giuliano ha detto...

a bene ti aspetto allora. ciao a presto

Anonimo ha detto...

E' da un po' che non leggevo le novità sul tuo blog e devo dire che la foto a Verzuolo ti fa onore!!!

maicher ha detto...

biduoshao
zanghua650
hongyan7530
yueguangshi
yuchangjian